Il tuo browser non supporta JavaScript!
MINI S&P500
di Sergio La Rosa
19 gennaio 2016 TREND PRIMARIO: è in fase di correzione laterale del Rialzo,con alta volatilità.Per gennaio le Resistenze sono in area 2035-2044, i Supporti sono in area 1887-1831. TREND SECONDARIO: è in fase Laterale tendente al Ribasso con alta volatilità. Per questa settimana le Resistenze sono in area 1897-1911.50, i Supporti sono in area 1829-1823. TREND TERZIARIO: è in fase di Ribasso. Le Resistenze per martedì sono in area 1893-1900, i Supporti sono in area 1861-1852. Per questa settimana, visto che siamo vicini ai Supporti del Trend Primario, consiglio operazioni Short con immediate prese di beneficio. Fino alla tenuta dei suddetti Supporti 1887-1831 si può seguire, solo con posizioni intraday, un eventuale movimento rialzista. Alla eventuale rottura dell’area 1887-1831si consigliano solo posizioni ribassiste.
Scopri di più >>
Lo chiamano Stock Picking
di Ascanio Strinati
12 gennaio 2016   Crolla tutto! No si riprende. È tutto perduto… o forse no. Che l’azionario Usa andasse incontro a un 2016 difficile erano in molti a prevederlo, che degli scossoni sugli emergenti sarebbero arrivati (stante anche la dinamica del prezzo del petrolio) non era difficile vaticinarlo. Prevedere quindi delle ripercussioni nei nostri lidi era solo questione di logica. Però onestamente non così. Quindi? Quindi facciamo quello che sappiamo fare, andiamo a cercare le occasioni dove potrebbero esserci. Magari qualche italico titolo a non grande capitalizzazione? Ebbene, giusto ieri Fernando Di Fazio sul sito itConsilium prendeva sotto esame due titoli del nostro listino, sia in ottica daily che intraday. Il primo era Anima e l’altro MondoTV. Entrambi nello scorso anno si sono guadagnati la nostra attenzione in diverse occasioni. Soprattutto sul secondo, però, richiamiamo quella dei lettori (a seguire il grafico weekly e quello daily di MondoTV).   Chi scrive non ha inanellato due secondi posti nelle edizioni 2013 e 2014 della ITCup (Campionato di Borsa con denaro reale) per poi vincere l’edizione 2015 e relative finalissime. Fernando è un grande trader. Ma anche a noialtri onesti operai dei grafici la dinamica di Mondo TV non sfugge. Negli ultimi due anni il titolo ha moltiplicato diverse volte le proprie quotazioni, per non parlare dei volumi. Sempre Di Fazio individua 6,20 quale livello di entrata potenziale. Occorre però sottolineare che lui si rivolge a un pubblico di trader relativamente esperti e che l’orizzonte utilizzato svaria dall’intraday al daily.   Molto sommessamente una chiusura sopra 6,17 ci sembrerebbe un buon viatico per un potenziale ulteriore allungo del titolo. Occhio però che cotanto dinamismo al rialzo fa il paio con ritracciamenti molto severi e quindi una rigida politica di stop loss è quanto mai d’obbligo.  
Scopri di più >>
Pietro Paciello: intervista all’autore del libro TRADING PLAN
di Gian Maria Fiameni
È l’autore del momento. Oltre all’intensa attività di live trading & coaching, Pietro Paciello si è ora cimentato con l’impresa di fissare in un libro tutta la sua attività e la sua esperienza. A quale scopo? Semplicemente quello di mettere a fattore comune con altri trader l’enorme bagaglio di conoscenze maturate in decenni di trading. Perché? Perché la condivisione è il modo più efficace per sottoporre una strategia di trading a un processo di miglioramento continuo, proprio grazie ai contributi di più persone che la praticano.   Trading Library (TL): Caro Pietro, vorremmo capire come hai deciso di svolgere l’attività di trader. Pietro Paciello (PP): Ho intrapreso la carriera di analista finanziario e trader dopo un rotondo 30 e lode conseguito nell’esame di Tecnica Bancaria con una parte speciale sulla Borsa Valori. Questo evento ha acceso una scintilla nella mia mente che, all’epoca, sembrava subire passivamente un percorso di studi che mi avrebbe portato – con ben poca convinzione – a diventare un commercialista o un revisore dei conti.   TL: Quali sono stati i passaggi chiave che ti hanno portato a diventare un trader con la “T” maiuscola, capace di performare sui mercati e di superare con la giusta consapevolezza anche le fasi più critiche di questa attività professionale? PP: Tutto è nato dall’utilizzo primordiale e decisamente poco profittevole di un noto indicatore, presente di default sulle principale piattaforme di analisi tecnica e di trading, noto come Parabolic Sar. Questo indicatore, anche se in forma decisamente non ottimale, mi permetteva di applicare in maniera abbastanza semplice uno dei miei principi operativi e indiscutibili: seguire il trend. Da quel momento “Trend is your friend!” è diventato molto più di uno slogan ed è stato la matrice di successo che mi ha portato oggi a poter scrivere questo libro.   TL: Ma come hai maturato la convinzione che il trend following fosse la strada giusta? PP: Il fatto è che, dopo anni di frustrazioni intervallate da sporadici ed effimeri momenti di gloria, ho deciso di non lavorare più contro il mercato, aspetto che non solo economicamente ma anche psicologicamente mi stava decisamente distruggendo. Passare da un atteggiamento contrarian a un approccio trend follower è stato il tassello più importante di un percorso di crescita che è ancora in piena evoluzione. Come spesso accade, però, l’improvvisazione e l’eccesso di fiducia sono stati forieri di ben poche soddisfazioni e probabilmente, senza la svolta trend follower e il passaggio al trading automatizzato, oggi non sarei qui a scrivere ma farei parte della schiera dei tanti trader animati da buoni propositi ma spazzati via dal mercato.   TL: Nelle pagine del libro TRADING PLAN ricorrono spesso tre termini, ossia entusiasmo passione ed energia. Perché? PP: Perché sono le tre caratteristiche fondamentali che un trader deve avere, potendo sicuramente sopperire ad altre non meno importanti ma sicuramente meno determinanti di queste ultime. L’entusiasmo aiuta a superare gli inevitabili momenti difficili, quelli in cui le convinzioni vacillano, quelli in cui tutto quello che si fa sembra sbagliato. La passione, invece, è indispensabile per sentirsi parte di un mondo che non appartiene a nessuno, che molto probabilmente anche i più stretti familiari faranno fatica a comprendere, minando convinzioni e determinazione. Di energia, infine, ne occorre moltissima sia per affrontare le criticità, sia per alimentare costantemente la fiammella dello studio e della ricerca.   TL: Pietro, a tuo parere esiste un mestiere più stressante del trading? PP: Beh, vedi tu! Notti trascorse sul pc, rinunce a serate con gli amici perché la giornata di trading non è andata come avresti voluto, dubbi sempre presenti su ciò che si sta facendo. E ancora: decisioni da prendere più volte in una giornata, esaltazione e frustrazione che si alternano ogni minuto, ora, giorno in base all’esito delle scelte che si fanno, esame quotidiano delle proprie capacità e altro ancora. Per contro, tuttavia, quale mestiere meglio del trading permette di “autodeterminare” il proprio futuro, decidere gli orari lavorativi, misurare le proprie capacità giorno per giorno e soprattutto gratificare l’impegno profuso e i risultati ottenuti senza aspettare che ci sia un capo che se ne renda conto? Beh, direi che meglio del trading non esiste alcun mestiere con queste caratteristiche!   TL: Siamo convinti che il tuo libro aiuterà molti trader perché vi è sviluppata una strategia di trading chiara, semplice e realmente completa, con l’innovativo corredo di apparati didattici e di autoverifica dell’apprendimento che soli i testi realmente operativi possiedono. Grazie dell’intervista.
Scopri di più >>
Analisi DAX
di Sergio La Rosa
21 dicembre 2015   TREND PRIMARIO: è in una fase di correzione laterale del Rialzo,con alta volatilità e bassa direzionalità.Per dicembre le Resistenze sono in area 11414-11570, i Supporti sono in area 10238-10044. TREND SECONDARIO: è in una fase di Laterale. Per questa settimana le Resistenze sono in area 10838-10995, i Supporti sono in area 10281-10136. TREND TERZIARIO: è in una fase di correzione del Ribasso. Le Resistenze per lunedì sono in area 10626-10710, i Supporti sono in area 10350-10290.   L’alta volatilità e la bassa direzionalità del trend primario potrebbe continuare a generare sia movimenti rialzisti che ribassisti. Per la prossima settimana si consigliano posizioni di breve termine sia long che short. Se dovesse essere superata l’area 10238-10044, si possono mantenere le posizioni short.
Scopri di più >>
ANALISI BUND
di Sergio La Rosa
  14 dicembre 2015   TREND PRIMARIO: è in fase rialzista con aumento di direzionalità. Per dicembre le prime Resistenze sono in area 160.33-160.69, le seconde Resistenze sono in area 161.27-161.77, i Supporti sono in area 157.73-156.26. TREND SECONDARIO: è in fase Laterale con aumento di forza. Per questa settimana le Resistenze sono in area 160.66-160.86, i Supporti sono in area 158.25-157.21. TREND TERZIARIO: è in fase Laterale tendente al rialzo. Per lunedì le Resistenze sono in area 159.58-159.85, i Supporti sono in area 158.96-158.77.   Il Bund è Rialzista con le quotazioni vicine alle Resistenze del trend terziario. Fino alla tenuta di 158.56 si consigliano operazioni long con prese di beneficio sulle resistenze che incontra durante il rialzo. Alla eventuale rottura delle resistenze si possono aprire nuove posizioni rialziste. Con quotazioni minori di 158.56 e fino alla tenuta di area 157.73-156.26 si consigliano operazioni long ma con entrate molto prudenti. Qualche posizioni short si può aprire solo intraday in prossimità delle resistenze o dopo l’eventuale rottura di 158.56.
Scopri di più >>
EUR.USD
di Sergio La Rosa
9 dicembre 2015   TREND PRIMARIO: è in fase di correzione laterale del Ribasso. Per dicembre i Supporti sono in area 1.0530-1.0462. La prima zona di Resistenze è in area 1.1053-1.1080. Le seconde Resistenze sono in area 1.1492-1.1630. La rottura al rialzo della prima area di Resistenze potrebbe consentire alle quotazioni di raggiungere la seconda area di Resistenze. TREND SECONDARIO: è in fase di correzione del Ribasso. I Supporti sono in area 1.0588-1.0519, le Resistenze sono in area 1.1245-1.1260. TREND TERZIARIO: è in fase di correzione del Ribasso, entra in Rialzo con una chiusura maggiore di 1.1110. Per lunedì i Supporti sono in area 1.0750-1.0690, le prime Resistenze sono in area 1.0940-1.0980, le seconde Resistenze sono in area 1.1020-1.1040.   Il Ribasso che ha caratterizzato il Trend Primario dell’ultimo anno, ha perso forza, direzionalità e volatilità. La scorsa settimana, dopo gli interventi di Draghi per la BCE e della Yellen per la FED, c’è stato un forte movimento rialzista dell’Euro. Per questa settimana si consiglia molta prudenza, si possono assumere posizioni di breve termine sia Long che Short. Per assumere posizioni lungo periodo, sconsigliate per questa settimana, tenere in considerazione i livelli del trend primario.
Scopri di più >>